dicembre 2022

magazine

dicembre 2022

Editoriale:

Looking for Under25 Secondo un sondaggio di Fandango, Avatar: La Via dell’Acqua è il film più atteso dalla Generazione Z (quella tra i 18 e i 24 anni) degli Stati Uniti. Al sondaggio hanno partecipato oltre mille ragazzi, che hanno confermato l’intenzione di volere andare al cinema durante il periodo di Natale e a cui è stato chiesto di raccontare il loro rapporto con il grande schermo. Alcuni dei dati...

Looking for Under25

Secondo un sondaggio di Fandango, Avatar: La Via dell’Acqua è il film più atteso dalla Generazione Z (quella tra i 18 e i 24 anni) degli Stati Uniti. Al sondaggio hanno partecipato oltre mille ragazzi, che hanno confermato l’intenzione di volere andare al cinema durante il periodo di Natale e a cui è stato chiesto di raccontare il loro rapporto con il grande schermo. Alcuni dei dati emersi sono decisamente interessanti: 3 ragazzi su 4 hanno affermato di essere andati al cinema più spesso quest’anno rispetto al periodo pre-pandemico, 8 ragazzi su 10 hanno sostenuto di ritenere l’esperienza in sala impossibile da ricreare tra le mura domestiche e la quasi totalità degli intervistato ha sottolineato come la scelta di vedere un film in sala (invece che a casa) sia determinata dal fatto che il film abbia caratteristiche tali – a livello di effetti audio e video –per cui “possa dare il massimo solo su grande schermo” (citando una delle risposte possibili).

Per quanto in parte lontano dalla nostra diretta esperienza (oltreoceano vi sono notevoli differenze rispetto all’abitudine di frequentare la sala) questa ricerca lancia comunque un messaggio chiaro: l’interesse delle giovani generazioni per il cinema non sembra essersi affievolito e anzi i ragazzi sono consapevoli che l’esperienza in sala non sia replicabile a casa. Certo ne deve valere la pena e la sala dev’essere all’altezza delle aspettative.

Come Cinemazero siamo impegnati costantemente su questo fronte e per il 2023 abbiamo in cantiere ulteriori innovazioni per rendere le nostre sale ancora più confortevoli e tecnologicamente all’avanguardia. Arriverà (piccolo spoiler!) un proiettore 4k a tecnologia laser, in grado di ridurre i consumi e aumentare la qualità dell’immagine, e verranno ulteriormente potenziati gli strumenti online per poter usufruire dei servizi – come l’acquisto di abbonamenti, il rinnovo delle tessere e molto altro – evitando le code in cassa. E stiamo lavorando, ma su questo non ci possiamo ancora sbilanciare, per una grande novità, che renderà ancora più accogliente il salotto cinematografico della città. Su questo a breve (magari nell’editoriale di gennaio..) potremmo darvi maggiori dettagli

Ma questo potrebbe non bastare. Perché tutte queste azioni certamente saranno un valore aggiunto per coloro che già frequentano Cinemazero ma potrebbero non essere sufficienti ad avvicinare coloro che, soprattutto tra i più giovani non hanno ancora avuto l’occasione di sperimentare l’esperienza di vedere un film in sala.

Per questo Cinemazero, per il 2023, ha deciso di lanciare un segnale forte con un gesto dal grande valore simbolico ma allo stesso tempo molto concreto: daremo la possibilità di sottoscrivere la CinemazeroCard in forma gratuita per tutti gli under 25 per invitarli ad entrare a far parte della nostra comunità e a venire a vivere in prima persona un’esperienza totalmente immersiva come quella cinematografica. Con questa card anche i componenti più scettici della generazione Z potranno vedere per un anno tutti i film che vorranno, sul grande schermo ad un prezzo davvero speciale.

È uno sforzo importante, in un momento non facile, ma siamo sicuri che ci ripagherà nel lungo periodo favorendo l’avvicinamento di un pubblico “nuovo” che poi – ma questo è un altro capitolo – dovremmo  saper coinvolgere e fidelizzare perché possa dare il suo contributo, in termini di idee e visioni, al futuro di Cinemazero.

Looking for Under25

Secondo un sondaggio di Fandango, Avatar: La Via dell’Acqua è il film più atteso dalla Generazione Z (quella tra i 18 e i 24 anni) degli Stati Uniti. Al sondaggio hanno partecipato oltre mille ragazzi, che hanno confermato l’intenzione di volere andare al cinema durante il periodo di Natale e a cui è stato chiesto di raccontare il loro rapporto con il grande schermo. Alcuni dei dati emersi sono decisamente interessanti: 3 ragazzi su 4 hanno affermato di essere andati al cinema più spesso quest’anno rispetto al periodo pre-pandemico, 8 ragazzi su 10 hanno sostenuto di ritenere l’esperienza in sala impossibile da ricreare tra le mura domestiche e la quasi totalità degli intervistato ha sottolineato come la scelta di vedere un film in sala (invece che a casa) sia determinata dal fatto che il film abbia caratteristiche tali – a livello di effetti audio e video –per cui “possa dare il massimo solo su grande schermo” (citando una delle risposte possibili).

Per quanto in parte lontano dalla nostra diretta esperienza (oltreoceano vi sono notevoli differenze rispetto all’abitudine di frequentare la sala) questa ricerca lancia comunque un messaggio chiaro: l’interesse delle giovani generazioni per il cinema non sembra essersi affievolito e anzi i ragazzi sono consapevoli che l’esperienza in sala non sia replicabile a casa. Certo ne deve valere la pena e la sala dev’essere all’altezza delle aspettative.

Come Cinemazero siamo impegnati costantemente su questo fronte e per il 2023 abbiamo in cantiere ulteriori innovazioni per rendere le nostre sale ancora più confortevoli e tecnologicamente all’avanguardia. Arriverà (piccolo spoiler!) un proiettore 4k a tecnologia laser, in grado di ridurre i consumi e aumentare la qualità dell’immagine, e verranno ulteriormente potenziati gli strumenti online per poter usufruire dei servizi – come l’acquisto di abbonamenti, il rinnovo delle tessere e molto altro – evitando le code in cassa. E stiamo lavorando, ma su questo non ci possiamo ancora sbilanciare, per una grande novità, che renderà ancora più accogliente il salotto cinematografico della città. Su questo a breve (magari nell’editoriale di gennaio..) potremmo darvi maggiori dettagli

Ma questo potrebbe non bastare. Perché tutte queste azioni certamente saranno un valore aggiunto per coloro che già frequentano Cinemazero ma potrebbero non essere sufficienti ad avvicinare coloro che, soprattutto tra i più giovani non hanno ancora avuto l’occasione di sperimentare l’esperienza di vedere un film in sala.

Per questo Cinemazero, per il 2023, ha deciso di lanciare un segnale forte con un gesto dal grande valore simbolico ma allo stesso tempo molto concreto: daremo la possibilità di sottoscrivere la CinemazeroCard in forma gratuita per tutti gli under 25 per invitarli ad entrare a far parte della nostra comunità e a venire a vivere in prima persona un’esperienza totalmente immersiva come quella cinematografica. Con questa card anche i componenti più scettici della generazione Z potranno vedere per un anno tutti i film che vorranno, sul grande schermo ad un prezzo davvero speciale.

È uno sforzo importante, in un momento non facile, ma siamo sicuri che ci ripagherà nel lungo periodo favorendo l’avvicinamento di un pubblico “nuovo” che poi – ma questo è un altro capitolo – dovremmo  saper coinvolgere e fidelizzare perché possa dare il suo contributo, in termini di idee e visioni, al futuro di Cinemazero.

foto in evidenza

TANTI AUGURI LILIANA CAVANI

La foto del mese non poteva che essere dedicata a Liliana Cavani che il 12 gennaio del 1933 nasceva a Carpi in provincia di Modena. Cinemazero custodisce infatti un ampio patrimonio fotografico dedicato alla regista. Quest’ultima, nonostante i novant'anni d'età si accinge a concludere le riprese del suo ultimo film...

approfondisci